"Il Piccolo Cottolengo sarà un faro gigantesco che spanderà la sua luce e il suo calore di carità spirituale e corporale."
Don Orione
Sabato, 17 Novembre 2018

Roma - Conclusione dei Convegni Amministrativi

La conclusione del XXIV Convegno amministrativo è stata affidata alle parole del Direttore Provinciale Don Aurelio Fusi e dell'Economo Provinciale Don Alessandro D'Acunto.

Quest'ultimo ha ringraziato i presenti della partecipazione attiva e attenta ai lavori e ha ricordato a tutti l'importanza della continuità tra momenti di confronto e riflessione, come il convegno, e la vita lavorativa di tutti i giorni: gestire oggi una qualsiasi attività richiede sì un piano di sviluppo strategico, ma senza una grande attenzione al carisma qualsiasi piano poco giova.

Sul tema della trasmissione del carisma si è soffermato Don Aurelio Fusi, ricordando le molte testimonianze narrate da chi aveva conosciuto Don Orione. Passato il tempo dei testimoni diretti, come si può conoscere Don Orione ed essere, oggi, fedeli al suo carisma? Don Aurelio ha indicato due vie: da un lato lo studio attento delle lettere e della biografia, dall'altro una vita orionina intensa, che concretizza con i fatti il carisma nella fraternità delle relazioni.

Davide Gandini, segretario generale del Piccolo Cottolengo genovese e incaricato, con don Giovanni Carollo, della formazione carismatica, ha illustrato l'avvio dei percorsi formativi nelle varie strutture in Italia: la formazione carismatica è l'occasione di raccontare la vita di servizio così come è vissuta dagli operatori, vita che la narrazione rende visibile e tangibile.

Ospite dell'ultima giornata è stato Padre Francesco Ciccimarra, presidente di Fonder, il fondo interprofessionale degli Enti Religiosi, che si occupa di finanziare la formazione continua degli operatori delle strutture religiose aderenti. Padre Ciccimarra ha sottolineato la collaborazione consolidata tra Fonder e Opera Don Orione, nell'intento comune di sostenere i lavoratori nella loro crescita personale e professionale e, nel contempo, di far crescere l'impresa, socialmente e cristianamente responsabile.

I lavori si sono chiusi con la presentazione del progetto Tuttaposto da parte di Demetrio Patrevita e del risultato del laboratorio di scrittura autobiografica, guidato da Samantha Marcelli, coach e formatrice: una lunga serie di messaggi carichi di consapevolezza, di fiducia e speranza per il futuro.