"Onesto è l’uomo che pensa come deve, parla come pensa ed opera come parla."
Don Orione

Cerca nel sito DOI

Giornata mondiale dei poveri

 

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica

Domenica, 20 Settembre 2015

GENOVA: Festa di Maria fonte della gioia

Oggi, domenica 20 settembre, presso l'Opera Don Orione di Camaldoli in Genova è stata festa per l'Istituto, onorando Maria sotto il titolo di “fonte della nostra gioia”. Ha presieduto la celebrazione eucaristica il direttore provinciale don Aurelio Fusi, presente anche l'economo provinciale Don Walter Groppello. Nel pomeriggio ospiti e volontari hanno realizzato uno spettacolo teatrale dal titolo “Lo specchio magico”.

“La gioia è il tema che caratterizza la nostra festa” ha sottolineato don Aurelio nell’Omelia, indicando tre punti: Gesù ci vuole bene dando la vita per noi sulla croce;  Gesù ci ha dato una madre che oggi onoriamo come “Madonna della letizia” sempre gioiosa, Lei che è stata il perno della famiglia di Nazareth perché ha comunicato fede e preghiera;  ed infine Gesù e Maria i nostri amori, una presenza concreta nel quotidiano vivere di ognuno di noi.
Al termine della sua omelia don Aurelio ha paragonato il Villaggio al sogno che fece don Orione: “sognò la Madonna con un grande mando azzurro sotto il quale raccoglieva ragazzi e persone anziane, sani e malati, di ogni lingue e nazionalità. Quel sogno indicava che la Chiesa e la Congregazione sarebbero sempre state unite e protette dalla Vergine Maria e oggi qui nel nostro Villaggio si sta realizzando proprio questo sogno grazie ai sacerdoti, operatori e volontari che donando conforto ed unità. Al termine dell'eucarestia ha voluto ricordare che proprio 23 anni fa il direttore Don Alessandro D’Acunto, nel proprio paese natale di Gavardo, celebrava la sua prima santa messa.
Un triduo in preparazione alla festa è culminato nella giornata di ieri, sabato 19 settembre, con la presenza del vescovo ausiliare di Genova Mons. Nicolò Anselmi. Alla celebrazione eucaristica erano presenti gli ospiti della casa, dipendenti volontari ed un nutrito gruppo di piccole suore missionarie della carità con la loro superiora provinciale Sr. Vilma Rojas. Nella riflessione mons. Anselmi ha sottolineato alcuni punti del Vangelo proclamato: quello della visitazione. Con grande spirito fraterno ha detto quanto le parole di esultanza della Vergine Maria nel suo cantico del Magnificat risplendono e devono risplendere nella nostra vita. Maria è la "causa della nostra gioia” perché ci ha donato Gesù. Ha citato inoltre l'Enciclica di Papa Francesco sulla gioia del Vangelo e su come tutti, senza stancarci mai, dobbiamo comunicare la Parola e proclamare quanto il Signore ci ama. “La gioia viene portando Gesù agli altri soprattutto nelle opere di carità con il fratello nel bisogno” e questa ultima affermazione sia l’augurio per ogni nostra casa di carità.

Clicca QUI per ascoltare l'omelia completa di Don Aurelio.

Condividi su:

Mercoledì, 16 Settembre 2015

Ma qual è la cura nell’autismo?

Dopo che mercoledì 5 agosto è stata approvata la prima legge nazionale sull'autismo che prevede l'inserimento nei livelli essenziali di assistenza dei trattamenti per la malattia e dovrebbe garantire delle linee guida per prevenzione diagnosi e cura, Gianfranco Vitale - padre di una persona adulta con autismo, insegnante e scrittore – pubblica un interessante articolo dal titolo “ma quale è la cura nell’autismo?” ponendo ottime domande e dando chiare risposte su quella che è la situazione attuale.
Clicca QUI per leggere l’articolo

Condividi su:

Angelo Righetti, psichiatra, epidemiologo, esperto dell'OMS, noto per il suo testo sul budget di salute, ha fatto ancora una volta una sorpresa, un regalo agli ospiti del Centro Don Orione di Chirignago, Venezia. A loro, infatti è stato affidato  un "impegno" grande: essere presenti all'EXPO di Milano in rappresentanza di tutta l'Opera orionina nel mondo.

Condividi su:

Giovedì, 10 Settembre 2015

Correre è una cosa del cuore

Marghera, Sabato 5 settembre, seconda edizione deella gara podistica amatoriale Corri con noi. Neanche la pioggia ha fermato i più di 600 i partecipanti che insieme a Filippo, spinto dal papà Umberto, hanno iniziato la corsa. Non sono stati superati i mille iscritti, ma alla fine della giornata, tra quote d'iscrizione e sponsor, sono stati raccolti circa seimila euro da destinare alla lotta contro la CDKL5.
Il vero record è imparare dai bambini che, come Filippo, a vincere ogni giorno le sfide della vita, con un sorriso sulle labbra.
Riportiamo dal sito il commento degli organizzatori:

Battere i record non è facile. Bisogna misurarsi con il proprio fisico, con le proprie capacità mentali, ma anche con il contesto che ti circonda. Se pensi che un bimbo come Filippo è costretto a farlo ogni giorno, ci viene da sorridere quando Dio (o per chi non crede madre natura) ti mette davanti una giornata così e soprattutto mette tutti noi un po’ in difficoltà... Beh rimane il fatto che non ci ha fermato niente. Siamo qui a ribadire che la corsa non è uno sport individuale, siamo qui a dire che di speranza ce n'è (verrebbe da dire a secchi se non fosse ironico in questo giorno).
GRAZIE a chi ha scelto di correre nonostante tutto
GRAZIE a chi ha lavorato sodo e tanto nonostante tutto
GRAZIE a tutti perchè ‪#‎battilituorecord‬‬ sarà il motto di tutte quelle giornate difficili dove invece di vedere la cosa negativa, proveremo a vedere la grandiosità della sfida.

‪#‎corriconnoi‬‬

Condividi su:

AGENAS, ente pubblico non economico nazionale, con compiti di supporto tecnico e operativo alle politiche di governo dei servizi sanitari di Stato e Regioni (attraverso attività di ricerca, monitoraggio, valutazione, formazione e innovazione) ha pubblicato un documento contenente nuove indicazioni alle Regioni per adeguare le proprie regole sull’accreditamento ai nuovi requisiti nazionali e alle più avanzate esperienze europee.
A fornire queste indicazioni è l’Agenas, che ha pubblicato un documento dal titolo: ”Proposta di modello per l’accreditamento istituzionale delle strutture di assistenza territoriale extra-ospedaliera”, che riguarda direttamente il settore in cui operano molte case di don Orione.
Il documento intende essere di supporto alle Regioni nella revisione e aggiornamento dei sistemi di accreditamento, come previsto dall'Intesa Stato Regioni del 20 dicembre 2012, e nei tempi scanditi dalla successiva Intesa del 19 febbraio 2015, cioè recependo i contenuti dell’Accordo del 2012 entro il 31 ottobre 2015.
Il modello di accreditamento proposto è caratterizzato da questi elementi

        • centralità dei pazienti
        • leadership- responsabilità e impegno a fornire cure eccellenti e migliorare la qualità
        • tendere costantemente al miglioramento dell’assistenza
        • individuazione e utilizzo degli outcome per valutare la qualità
        • confronto con altre organizzazioni per poi applicarne le buone pratiche.

Per scaricare il documento clicca QUI

Condividi su:

Mercoledì, 02 Settembre 2015

Corri con noi…a Marghera!

C’è ancora qualche giorno di tempo per gli appassionati di corsa e non per iscriversi alla seconda edizione di Corri con noi! Chi ha detto che la corsa è uno sporti individuale?
Infatti, come suggerisce il titolo, la corsa è un’iniziativa benefica per sostenere la ricerca sulla sindrome CDKL5, una malattia genetica che costringe a non camminare, alla cecità e all’incapacità a mangiare autonomamente.
Tutto è nato da un idea di Lorenzo Tiengo ed Enrico Rosso, animatori della parrocchia San Pio X di Marghera, per aiutare Filippo, un bimbo di cinque anni che combatte con i suoi genitori questa terribile malattia.
Dopo il successo dello scorso anno, si punta a battere il record di 1000 iscritti, #BATTIILTUORECORD 2015.
Perché? Guarda il video a QUESTO link e prepara le scarpe da corsa

Condividi su:

Mercoledì, 02 Settembre 2015

UN TEMPO DI GRAZIA

"Signore, come i discepoli siamo saliti sul monte Tabor un po' scettici, ma ora è giunto il momento di scendere e tornare a casa. Per qualcuno di noi questa esperienza certamente ha lasciato il segno, altri continueranno ad essere scettici.
Nonostante tutto, questa sera volevamo dirti il nostro GRAZIE perché a contatto con i ragazzi abbiamo scoperto i nostri limiti, le nostre povertà, le nostre insufficienze, ma anche le nostre doti, le nostre qualità e quelle capacità più nascoste che neppure noi conoscevamo.
Aiutaci a camminare sulla strada del servizio che abbiamo intrapreso, consapevoli che chi si mette al servizio dei fratelli serve Dio".
Così hanno pregato alla fine della Santa Messa i volontari di Ponte Crepaldo (Eraclea–VE), che dal 23 al 29 agosto hanno vissuto il loro campo di servizio/lavoro presso il Centro Don Orione di Chirignago.

Condividi su:

Martedì, 25 Agosto 2015

Sul palco, tutti uguali

In molte realtà dell'Opera Don Orione il teatro è occasione di crescita, di confronto, di riabilitazione. Ricordiamo la recente esperienza del laboratorio teatrale integrato del Piccolo Cottolengo di Genova, descritta nell'articolo del maggio scorso (LEGGI).
A Roma, festeggia 10 anni il prossimo ottobre la prima accademia teatrale  aperta alle persone con disabilità fisiche e intellettive.

Sono 150 gli allievi che frequentano i corsi, hanno dai sei anni in su, sono persone non vedenti, in carrozzina, con la sindrome di Down, di Asperger, con la distrofia muscolare, o deficit mentali. Insieme a loro, anche allievi normodotati. In realtà sul palco non ci sono differenze: lo scambio è reciproco,  chi è più sciolto aiuta i più timidi a esprimere le proprie emozioni sul palco. 

CLICCA QUI per leggere l'articolo completo sul Fatto quotidiano.

Per avere maggioni informazioni sul Laboratorio teatrale  integrato  del PCDO di Genova, val al sito del PCDO

 

Condividi su:

Giovedì, 13 Agosto 2015

Linee guida vita indipendente

Per il terzo anno consecutivo il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali  pubblica le Linee guida per la presentazione da parte delle Regioni di proposte di adesione alla sperimentazione del modello di intervento in materia di vita indipendente ed inclusione nella società delle persone con disabilità.

Condividi su:

Mercoledì, 15 Luglio 2015

Salviamo il sociale

ll Censis, Centro Studi Investimenti Sociali ha pubblicato una ricerca socio-economica sui dati più rilevanti nell’ambito delle politiche sociali e sociosanitarie. Dopo l’annus terribilis del 2012, in cui fu azzerato sia il Fondo Sociale che il Fondo per la Non autosufficienza, questi strumenti sono ripartiti, dando luogo a diversi progetti, secondo il meccanismo della sussidiarietà.

Condividi su:

Pagina 33 di 35

Cerca nel sito DOI

Giornata mondiale dei poveri

 

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica