"A qual fiore daremo il primo posto? Alla carità, somma di tutte le virtù."
Don Orione
Mercoledì, 06 Febbraio 2019

Firenze - Segretariato Amministrativo

Si è svolto a Firenze, lunedì mattina, presso la casa per ferie Don Secchiaroli, l’incontro del Segretariato Amministrativo.

Il team di lavoro, guidato dall’Economo Provinciale Don Alessandro D’Acunto, ha cominciato a gettare le basi dell’organizzazione del prossimo Convegno Amministrativo (giunto alla sua 25^ edizione), appuntamento annuale che riunisce gli economi e gli amministrativi delle di tutte le case orionine per vivere insieme qualche giorno di confronto, condivisione e formazione.

Dopo la S. Messa del mattino e le lodi, i lavori del Segretariato hanno preso avvio dall’analisi dei questionari di gradimento del Convegno 2018: da qui la riflessione su criticità, punti di forza, aspettative dei partecipanti.

I presenti si sono poi confrontati molto sui contenuti da proporre, sulle modalità di svolgimento delle singole giornate, sul modo più efficace di strutturare il Convegno 2019 affinché le giornate siano momento di crescita e formazione efficace, in linea con quanto indicato dal Padre Provinciale circa i temi di questo triennio.

Condividi su:

Mercoledì, 03 Ottobre 2018

Firenze - Corri la Vita 2018

Corri la vita è una manifestazione ideata per contribuire a realizzare e qualificare le strutture sanitarie pubbliche di Firenze specializzate nella lotta contro il tumore al seno.

Nata nel 2003 per iniziativa della presidente Bona Frescobaldi e organizzata da Associazione CORRI LA VITA Onlus, l’appuntamento sportivo non competitivo ha raccolto e distribuito nelle precedenti 15 edizioni oltre 5.000.000 euro, riunendo quasi 300.000 partecipanti e consentendo un’assistenza di qualità a oltre 400.000 donne.

Anche quest'anno all’edizione 2018 laCasa Don Orione di Firenza non poteva mancare all'evento che fa più bella la “loro” Firenze. Alcuni ragazzi insieme a fantastici volontari hanno contribuito alla manifestazione impegnata nella lotta contro il tumore al seno, partecipandovi correndo per le più suggestive strade della città.

Condividi su:

Come vuole la tradizione, a Ferragosto ci si ritrova attorno alla tavola per gustare una buona grigliata.

Così è stato anche per gli ospiti della Casa Don Orione di Firenze, che insieme ad una bella compagnia di amici e volontari si sono recati al Lago dei Pioppi, a Rignano sull'Arno. Qui, sotto la frescura delle piante, gustando il panorama della natura circostante, hanno trascorso qualche ora in relax e amicizia.

Condividi su:

Casa Don Secchiaroli è una graziosa villetta liberty, a Firenze, non lontana dal centro storico.
Fa parte di quel gruppo di strutture Orionine dedite all’Ospitalità Religiosa, cercando di tenersi al passo con i tempi, pur nella modestia e nella familiarità che la caratterizzano. L’inaugurazione odierna della nuova dépendance segna un importante tappa nel cammino di questa casa che potrà ora offrire ulteriori sei camere a chi, di passaggio a Firenze, vorrà fermarsi in un luogo sereno, familiare, accogliente, coccolato ed accolto dalla responsabile, Lucia Magavero, e dalla instancabile e sorridente famiglia Alliu.

La giornata di festa è cominciata sabato 24 marzo con la celebrazione della S. Messa (presieduta da Don Walter Groppello, Economo Provinciale) nella cappella della casa che, come ai “vecchi tempi”, non è riuscita a contenere tutti gli amici giunti per l’occasione e che hanno invaso l’atrio e la grande scalinata per partecipare alla funzione. Subito dopo c’è stato il taglio del nastro (l’onore delle forbici a Don Federico Cattarelli, Direttore dell’istituto Don Orione di Firenze) e la benedizione dei nuovi ambienti (affidata a Don Giuseppe Medda, Economo del PCDO di Genova, ex parroco in S. Marco Vecchio a Firenze e amico storico di Casa Secchiaroli).

Un grazie speciale ai tanti amici intervenuti a far festa: la comunità religiosa dell’istituto Don Orione di Firenze, i ragazzi dell’istituto, gli ex allievi, gli amici di Don Orione e le persone del quartiere, i religiosi giunti da lontano ed i rappresentanti laici delle altre opere d’Italia (Montebello, Fano, Roma, Genova,  Milano) e i complimenti per l’ottimo lavoro svolto e per la grande professionalità a tutte le ditte e agli artigiani che hanno lavorato al restauro, capitanati dagli efficientissimi architetti Amalia Rocco e Domenico Sbarra.

Per chi fosse curioso di sapere qualcosa in più di questa piccola opera, qualche cenno storico:
Iniziò a funzionare come Casa del Giovane Lavoratore nel 1946 e il 10 maggio 1948 entrò a far parte della Piccola Opera della Divina Provvidenza di Don Orione. La Casa fu affidata a Don Umberto Secchiaroli, che la diresse fino al 1994, quando ormai anziano e malato dovette lasciare l’incarico. Dopo qualche tentativo di gestione diversa, si decise di trasformare la struttura in una Casa di Ospitalità Religiosa denominata “Casa Don Secchiaroli”: nel giugno del 2001 ebbe inizio la nuova attività affidata dalla famiglia Basagni.
          
Nei primi anni la vicinanza dell’Ospedale Pediatrico Mayer indirizzò inevitabilmente la Casa verso l’accoglienza dei genitori e parenti con bambini ricoverati, fu stipulata una convenzione con la Direzione dell’ospedale ed in poco tempo la struttura si riempì di persone bisognose: seguirono 5 anni di intenso lavoro di assistenza non solo ai bambini che, dopo le cure soprattutto nel reparto di oncologia, venivano mandati a “casa” in attesa del nuovo ciclo di terapie, ma anche ai genitori bisognosi di supporto psicologico ed economico. La collaborazione con l’Ospedale Mayer continuò fino al 31.12.2008, quando fu trasferito a Careggi, abbastanza distante dalla Casa Don Secchiaroli.

Negli ultimi anni, la Casa ha assunto le sembianze di Casa di Ospitalità Religiosa, aperta a quanti siano di passaggio a Firenze, che siano essi lavoratori, pellegrini o turisti, con l’obiettivo offrire un ambiente familiare e confortevole, permeato dal carisma di Don Orione. Insieme alle altre strutture ricettive, costituisce un punto di riferimento per l’Ospitalità Orionina in Italia: chi sceglie di soggiornare in questa, o nelle altre case di ospitalità, indirettamente partecipa alla missione dell’Opera, contribuendo a sostenere economicamente le opere di carità che, in Italia e nel Mondo, assistono quasi un milione di persone.

Condividi su:

Il progetto paratriathlon parte a Montelupo Fiorentino per i campionati italiani di paraduathlon.

Giovanni Cacciuottolo è il protagonista, ma il Don Orione e l'ASCO che ha sottoscritto un'intesa con ERMES Campania, Nuotatori Campani e TMA, sono gli estensori di un progetto che offre l'opportunità di praticare triathlon, nuoto, atletica e ciclismo.
Giovanni ha sfiorato il podio giungendo 4° di categoria, sfidando neve, vento ed una temperatura al di sotto dello zero, dopo una partenza nella frazione di corsa estremamente positiva.
Una bella esperienza per Giovanni che siamo sicuri che darà possibilità anche ad altri per una crescita dello sport paralimpico.
È sicuramente un buon inizio.
Bravo Giovanni Cacciuottolo.

Condividi su:

Venerdì, 22 Dicembre 2017

Firenze - Comiche e non solo

Un pomeriggio all'insegna del divertimento e della bravura! Dopo un anno di prove, l'8 dicembre, 5 ragazzi attori della Casa Don Orione di Firenze hanno debuttato di fronte a una sala piena ed entusiasta. Ottima la regia dell'operatore Enrico e di Matteo, "Comiche e non solo.." è uno spettacolo con brillanti sketch, pezzi originali, musica dal vivo e grandissime risate.

Condividi su:

Ieri, è stato un grande giorno per la “Casa Don Orione” di Firenze: nel primo giorno di Avvento è stato aperto ufficialmente il presepe che anno dopo anno durante il periodo natalizio continua a rappresentare un appuntamento molto atteso e sentito dal territorio. Il Presepe, tradizione cara a Don Orione, opera di don Pasquale Careddu, è cresciuto negli anni e si è fatto spazio nei cuori di bambini e adulti fiorentini, che tornano sempre volentieri a visitarlo.

Quest'anno all'apertura era presente anche il  parroco don Simone Pifizi, che ha benedetto il Presepe. Con lui tante famiglie hanno visitato affascinate l'allestimento e si sono strette nella preghiera.

Subito dopo… loro! …Eleganti, sorridenti, irriverenti, ma soprattutto ospitali: i “ragazzi” del Don Orione – insieme agli educatori, ai volontari e ai religiosi, hanno accolto questi i primi visitatori del Presepe con un aperitivo e soprattutto con una gradita sorpresa: un mercatino di oggetti artigianali prodotti con le loro mani.

Per avere maggiori informazioni sul presepe elettromeccanico di Firenze clicca QUI

Firenze ha un motivo in più per essere visitata: che aspettate?

 

 

 

Condividi su:

Il giorno 8 giugno si è svolta a Firenze la prima Assemblea dei Soci della neonata cooperativa Orione, che vede come maggioranza dei soci i nostri “signori” accolti presso l’opera di Via Capo di Mondo (e presidente Chiara del Furia).
La cooperativa, nata ad ottobre, gestisce i servizi interni di pulizia e di ristorazione, coinvolgendo nel lavoro più di dieci operatori, tra cui due cuochi e una signora delle pulizie provenienti dall’esterno, e gli altri tutti abitanti della casa.

Condividi su:

Lunedi 27 febbraio, a Scandicci, presso Villa Guarnaschelli (casa di ospitalità religiosa della Congregazione alle porte di Firenze) si è tenuto il consueto appuntamento del Segretariato Amministrativo.
L’incontro ha visto i rappresentanti di diverse case, da nord a sud, confrontarsi e fare le opportune valutazioni circa l’annuale Convegno Amministrativo svoltosi a Venezia lo scorso novembre e giunto alla sua XXII edizione. L’analisi dei questionari di gradimento, la condivisione delle impressioni raccolte a voce, l’excursus sui temi trattati negli ultimi dieci anni, hanno permesso un attento confronto ed agevolato la discussione sui temi e gli argomenti da proporre al prossimo Convegno, che si svolgerà a Montebello della Battaglia ad ottobre 2017. Molte le idee, tante le proposte, dopo aver fissato alcuni punti cardine è ora il momento del lavoro sulla fattibilità di quanto è emerso durante l’incontro. Il prossimo appuntamento per definire nei dettagli il programma è a giugno.

Condividi su:

Nell’ambito della visita pastorale che sta compiendo questa settimana nella parrocchia del Sacro Cuore, l’Arcivescovo cardinal Giuseppe Betori, si è recato in visita all’Istituto trascorrendo con i presenti circa un’ora.
Dopo i saluti e la presentazione di tutti, il cardinale ha ascoltato con attenzione quanti dei ragazzi hanno voluto raccontargli qualcosa della propria vita. È stato un momento molto bello di cui esser molto grati.
Al termine l’Arcivescovo ha voluto vedere il presepe, conosciuto in tutta Firenze e ha concluso con una preghiera in chiesetta e la benedizione che ha impartito su tutti.

Condividi su:

Pagina 1 di 2