skip to Main Content
Menù
La Samaritana

La Samaritana

Gesù viene a visitare la Samaria, una regione divenuta eretica per mancanza di fede vera, e, in questo, rappresentativa dell’umanità intera lontana da Dio dopo il dramma del peccato originale.
Gli va incontro una donna, ambasciatrice del suo villaggio, ambasciatrice del villaggio umano.
La donna ambasciatrice degli uomini presso Gesù.
Il dialogo assumerà toni ostili, delusi e amareggiati, a rivelare un dolore insanabile ed una nostalgia cocente.  E a Gesù la donna presenta a nome di tutti i problemi di tutti.
L’acqua e la secchia per portarla non riescono a dissetare tutti i deserti della vita umana.
L’attuale uso dei beni della terra e delle tecnologie per scoprirli e usarli è, anzi, spesso causa di scontro mortale … anche oggi in quelle e in molte regioni della terra.
Gesù sembra non voler dare adesso una risposta, e salta bruscamente ad un altro argomento, aprendo uno squarcio immenso nel cuore della donna.
Ma è troppo doloroso per lei riconoscere la nostalgia di un amore bramato e tante volte iniziato, ma mai realizzato … “Non ho marito … Neanche adesso”.
Per questo è la donna ora a cambiare argomento, per deviare l’attenzione dalla sua intimità bruciante al problema, che sembra lontano, delle filosofie, delle religioni … “Dove adorare?”.
Ora Gesù darà una risposta, perché qui è da cercare la verità di tutto, la verità dell’acqua e degli abbracci.
Se adorate il possesso individuale dei beni della terra, allora questi con le tecnologie per produrli, saranno sempre occasione di competizione e di ostilità.  Se adorate il vostro corpo con le sue sensazioni e reazioni esso non diventerà mai strumento di unione con gli altri e si moltiplicheranno solo gli strappi dolorosi, senza trovare mai l’amore necessario a sorridere.
Adorare Dio in spirito e verità. Riconoscere Dio, che si specchia nell’acqua fresca del pozzo, la rende divina e capace di far zampillare vita in tutti i deserti.
Riconoscere Dio, che si riscalda abitando nel calore dell’abbraccio, rende il cuore divino e capace di amare tutto e tutti e senza fine e divinamente…
La messaggera, che aveva portato a Gesù il doloroso grido del villaggio, ora ritorna, ambasciatrice da Gesù al villaggio, portando anche a noi la risposta della sua Presenza ed una proposta: “Venite a vedere … che non sia Lui!? …”

Back To Top