"Il farsi santi costa fatica!"
Don Orione

Cerca nel sito DOI

Giornata mondiale dei poveri

 

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica

Martedì, 01 Settembre 2015

Un umano rinnovato, per abitare la terra

Oggi si celebra la 10a Giornata per la custodia del Creato, un'iniziativa ecumenica, voluta dalla Conferenza Episcopale Italiana insieme alle comunità ecclesiali europee, per riaffermare l'importanza, anche per la fede, della cura e del rispetto della Natura in senso etico e sociale.
La liturgia della Parola, presieduta dallo stesso Francesco, avrà inizio alle ore 17 nella basilica Vaticana. "Invito tutti - ha detto il Papa - a partecipare: romani e pellegrini e tutti coloro che lo desiderano".
“Quando si fa sera, voi dite: ‘Bel tempo, perché il cielo rosseggia’; e al mattino: ‘Oggi burrasca, perché il cielo è rosso cupo’. Sapete dunque interpretare l’aspetto del cielo e non siete capaci di interpretare i segni dei tempi?” (Mt 16,2-3). La risposta di Gesù ai farisei e sadducei invita a leggere i segni – quelli nel cielo come quelli nella storia – per vivere il tempo con saggezza, cogliendo, nella sequenza dei momenti, il kairòs – il tempo favorevole – in cui il Signore chiama a seguirlo.
Così comincia il Messaggio firmato dalla Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, e da quella per l’ecumenismo e il dialogo, in occasione della 10ª Giornata per la custodia del creato (1° settembre 2015), che sarà celebrata alla vigilia del Convegno Ecclesiale di Firenze (9-13 novembre) e dell’inizio del Giubileo della Misericordia (8 dicembre), e soprattutto alla luce dell’Enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco, appena pubblicata.
Il Messaggio preparato dai Vescovi italiani invita a riscoprire una “sapienza dell’umano, capace di amare la terra, per abitarla con sobria leggerezza”. Tra i temi affrontati la necessità di ripensare gli stili di vita, di tutelare il clima, di rafforzare un’economia sostenibile.

Clicca QUI per leggere e scaricare il testo integrale.

Condividi su:

Oggi Tortona è in festa, fin dal mattino presto fino a tarda sera il Santuario sarà colmo di fedeli in pellegrinaggio ai piedi della Madonna della Guardia.
Alle 8,30 ci sarà una funzione di famiglia, la Santa Messa dei giubilei sacerdotali dei religiosi dell’Opera Don Orione presieduta dal superiore generale, don Flavio Peloso.  
Il Pontificale dell’Apparizione, presieduto dal cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia- Città della Pieve, concelebrato da numerosi sacerdoti diocesani e orionini, provenienti dall’Italia e dal mondo, inizia alle 10.30.
Dal Santuario alle ore 18 parte la processione con la statua della Madonna per le vie della città, fino al Duomo, dove si recita il Credo, secondo quanto aveva voluto Don Orione. La festa è ancora oggi un’occasione per ravvivare la luce della fede, facendosi aiutare da chi ci guarda con un occhio benevole ed amorevole, la nostra Madre Celeste.

Per comprendere meglio il senso profondo di questa festa, così sentita da Don Orione, vi invitiamo alla lettura dell’intervista fatta a Don Flavio Peloso (clicca QUI), pubblicata sul giornale il Popolo dertonino. 

Condividi su:

Giovedì, 27 Agosto 2015

La preghiera del Papa per il Creato

Una liturgia della Parola nella Basilica Vaticana martedì primo settembre per pregare per la salvaguardia del creato e per nuovi stili di vita.

Ad annunciarla è stato ieri Papa Francesco, all'udienza del mercoledì: ha riunito sacerdoti, membri della Curia romana, vescovi ma soprattutto i fedeli e pellegrini a partecipare al momento di preghiera organizzato in occasione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del Creato "in comunione con i fratelli ortodossi e tutti gli uomini di buona volontà" che sarà celebrata in tutte le chiese del mondo.
"Vogliamo pregare - ha spiegato il pontefice al termine dell'Udienza generale in piazza San Pietro - per il superamento della crisi ecologica che l'umanità sta vivendo in tutto il mondo". Un momento forte di riflessione "anche in vista - ha poi aggiunto - dell'assunzione di stili di vita coerenti".

La liturgia della Parola, presieduta dallo stesso Francesco, avrà inizio alle ore 17 nella basilica Vaticana. "Invito tutti - ha detto il Papa - a partecipare: romani e pellegrini e tutti coloro che lo desiderano".

Condividi su:

Una Giornata mondiale di preghiera per la cura del Creato, da celebrarsi ogni anno il primo settembre: è quanto ha istituito martedì 11 c.m. Papa Francesco, con una lettera inviata ai cardinali Peter Turkson e Kurt Koch, presidenti – rispettivamente – dei Pontifici Consigli “Giustizia e pace” e “Unità dei cristiani”. La Giornata ha un carattere ecumenico poiché, nella stessa data, viene celebrata anche dalla Chiesa Ortodossa.

Condividi su:

Il 30 Giugno 1899, Mons. Igino Bandi, il vescovo di Tortona stimolò, ordinò e sostenne Don Orione e il 21 marzo 1903 elevò la Piccola opera della Divina Provvidenza ad istituto di diritto diocesano, nel Santuario del Sacro Cuore, presso il seminario della Diocesi, a Stazzano, benedisse e vestì dell’abito eremitico tre giovani, Fra Gaetano, Fra Colombano, Fra Vincenzo.

Condividi su:

Mercoledì, 01 Luglio 2015

Per il Papa e per l’America Latina

Don Orione ha amato molto l’America Latina, le ha dedicato anni di lavoro instancabile nei suoi viaggi in Brasile, Argentina, Uruguay e Cile negli anni 1921-22 e 1934-37. Dall’agosto del 2000 la reliquia del suo cuore si trova a Claypole (Argentina), sede del Pequeño Cottolengo, fondato da Don Orione stesso il 28 aprile del 1935: una seme che continua a dare i suoi frutti da 80 anni.

Condividi su:

Giovedì, 02 Aprile 2015

Gli auguri di Don Orione

Carissimi nel Signore, Pax vobis! La pace sia con voi!
Vengo a  farvi gli auguri di buona Pasqua: portino essi a tutti ed a ciascuno  di voi le gioie e i gaudii della Resurrezione. Il Cristo “nostra Pasqua”, è stato immolato: l’Agnello di Dio, che toglie i peccati del mondo, è morto, e, morendo, ha distrutto la morte. Ma Egli è risurrezione e vita, e oggi è risorto glorioso e risorgendo, rinnovò la vita.

Condividi su:

Venerdì, 06 Marzo 2015

Preghiera a San Luigi Orione

O Santissima Trinità,

Padre, Figlio e spirito Santo,

Ti adoriamo e Ti ringraziamo

dell’immensa carità che hai diffuso

nel cuore di San Luigi Orione

e di averci dato in lui

l’apostolo della carità, il padre dei poveri,

il benefattore dell’umanità dolorante ed abbandonata.

Concedici di imitare l’amore ardente e generoso

che San Luigi Orione ha portato a Te,

alla cara Madonna, alla Chiesa,

al Papa, a tutti gli afflitti.

Per i suoi meriti e la sua intercessione,

concedici la grazia che ti domandiamo

per sperimentare la Tua Divina Provvidenza. Amen.

 

San Luigi Orione

Prega per noi

logotipo01 a

Condividi su:

Pagina 6 di 6

Cerca nel sito DOI

Giornata mondiale dei poveri

 

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica