"I nostri cari poveri non sono ospiti, non sono dei ricoverati, ma sono dei padroni e noi i loro servi. Così si serve il Signore."
Don Orione
Martedì, 23 Maggio 2017

Giovani orionini comunicate!

In occasione della ricorrenza dei 125 anni dell’apertura dell’Oratorio San Luigi di Tortona avvenuta il 3 luglio del 1892 (leggi QUI), la Congregazione insieme a tutta la Famiglia orionina, sta organizzando una serie di attività per festeggiare questo evento.

A tal proposito si è pensato di coinvolgere i giovani che frequentano gli oratori orionini nella realizzazione di alcuni brevi video che saranno pubblicati online sul canale youtube Orione News e Istagram @luigiorione  #orionelive.

TITOLO
“Io, l’oratorio e Don Orione”, potrebbe essere il titolo guida per la realizzazione dei video

AREE TEMATICHE GENERALI
Sono state individuate 3 aree tematiche principali che possono aiutare nella realizzazione dei video
1. Don Orione verso i giovani
2. Comprensione di Don Orione dei giovani
3. Attuazione di Don Orione nei giovani

TEMI SPECIFICI
Nel realizzare i video i soggetti coinvolti, in particolare i giovani, dovranno tener conto:
• Delle esperienze apostoliche, missionarie e di carità
• Delle attività fatte dai giovani per i giovani
• Delle esperienze in atto

SOGGETTI COINVOLTI
• I giovani che frequentano l’oratorio
• Gli animatori
• I religiosi responsabili dell’oratorio


INFORMAZIONI TECNICHE
• I video realizzati dovranno essere della durata massima di 59 secondi.
• I video dovranno pervenire entro il 16 giugno 2017 al seguente indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
• Ci sono programmi gratuiti che consentono di convertire i video in diversi formati (es. Freemake video converter)
• I video possono essere spediti on line attraverso programmi gratuiti che consentono di caricare e spedire file di 2GB – es: wetransfer, sendspace.

Altre informazioni
Il Don Orione oggi dedicherà il numero di luglio/agosto a questo evento. Alcuni dei video realizzati saranno “raccontati” nella rivista e visibili attraverso un QR Code.

Condividi su: