"Nell’insegnare come nel correggere, siate pazienti, sereni, tranquilli, semplici, soavi, senza gradare mai."
Don Orione

Cerca nel sito DOI

VII Convegno Apostolico

convegno apostolico 6

#seguilastella

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3

Il Consigliere regionale della Campania, Alfonso Longobardi, vicepresidente della Commissione Bilancio, ha fatto tappa nella struttura del Centro Don Orione di Ercolano per consegnare al gruppo sportivo Asco un defibrillatore per il progetto "Territorio Cardio-Protetto".
«Prosegue il progetto per la costruzione in Campania del 'Territorio Cardio-protetto' - ha spiegato Longobardi -. Ieri, la settima tappa con la consegna di un apparecchio defibrillatore che ho personalmente donato ad un Polo di assoluta eccellenza. Sono stato infatti presso il Centro Don Orione di Ercolano - ha continuato -, una struttura di grande rilievo regionale nell'assistenza socio-sanitaria, nonché nell'attività agonistica e finalizzata all'inclusione sociale. In particolare, ho incontrato e conosciuto gli straordinari ragazzi e gli amici speciali dei gruppi sportivi del 'Don Orione' che partecipano con grandi soddisfazioni a tornei agonistici a vari livelli, per gli atleti con disabilità Ringrazio il presidente del gruppo sportivo Francesco Ambrosio, responsabile dell'area strategica del Centro Don Orione, e l'amico Alfonso Ancona da anni impegnato sul fronte delle attività di volontariato e solidarietà. Al fianco degli sportivi e dei più bisognosi: avanti tutta, insieme», ha concluso Longobardi.

Condividi su:

Il progetto paratriathlon parte a Montelupo Fiorentino per i campionati italiani di paraduathlon.

Giovanni Cacciuottolo è il protagonista, ma il Don Orione e l'ASCO che ha sottoscritto un'intesa con ERMES Campania, Nuotatori Campani e TMA, sono gli estensori di un progetto che offre l'opportunità di praticare triathlon, nuoto, atletica e ciclismo.
Giovanni ha sfiorato il podio giungendo 4° di categoria, sfidando neve, vento ed una temperatura al di sotto dello zero, dopo una partenza nella frazione di corsa estremamente positiva.
Una bella esperienza per Giovanni che siamo sicuri che darà possibilità anche ad altri per una crescita dello sport paralimpico.
È sicuramente un buon inizio.
Bravo Giovanni Cacciuottolo.

Condividi su:

Sabato, 24 Febbraio 2018

Seregno - Esibizione di Muay Thai

La Muay Thai ha origine in Thailandia, ed è un sistema di combattimento che comprende sia colpi del pugilato, ma anche calci, l’uso dei gomiti e delle ginocchia.
La scorsa settimana, alcuni degli ospiti del Centro Don Orione di Seregno, armati di guantoni, hanno vissuto in prima persona questa disciplina.
Un ringraziamento speciale va al presidente della FIMT, Davide Carlot, e a tutti i suoi ragazzi che si sono esibiti: Andrea C., Andrea C., Alessandro L., Marco C. ed Andrea L..
Grazie a tutti e alla prossima esibizione!

Condividi su:

Ecco finalmente avverarsi il sogno tanto atteso: Il giorno 31 gennaio, festa di S. Giovanni Bosco, presso l’Istituto Mons. Gentili, in Fano, viene posta la prima pietra del cantiere di lavoro per la realizzazione delle nuove strutture sportive dell’Immacolata e S. Luigi Orione.
Per l’occasione il vicario diocesano per la pastorale, Don Marco Presciutti benedice il luogo.
Presenti i religiosi della comunità, i sacerdoti della diocesi, le autorità civili e militari, amici, collaboratori, dipendenti, benefattori, alunni e insegnanti col preside.
Il nuovo centro sportivo, dotato di sala ricreativa, campetto in erba sintetica, docce, bagni e spogliatoi, sarà un luogo di riferimento per i giovani, famiglie che vorranno trascorrere del tempo libero impiegato nell’allenare il corpo e lo spirito, secondo il carisma del nostro santo Fondatore.
Che la Vergine Immacolata e San Luigi Orione proteggano e guidino questo polo di aggregazione significativo per l’intera città di Fano.

Condividi su:

Il Centro Don Orione di Ercolano ha tenuto a battesimo la nuova disciplina FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) di Powerchair Football.
Il 26 gennaio nella palestra dell’Istituto Superiore Adriano Tilgher c'è stata la presentazione ufficiale della prima squadra del calcio giocato in carrozzina elettrica, giocata da 10 giocatori coordinati dal referente tecnico nazionale Diego D’Artagnan.

Condividi su:

In questo fine settimana il Don Orione di Ercolano ospita gli atleti d'elite della nazionale italiana di atletica leggera FISDIR. Oggi, 10 novembre ospitano i nuotatori. Il direttore Don Nellusco ha dato il benvenuto a tutta la delegazione nazionale infatti oltre agli atleti ci sono il tecnico nazionale Mauro Ficerai, il medico federale dott.ssa Piera Marchettona, il responsabile federale del progetto il consigliere Francesco Ambrosio.

Per saperne di più consulta QUI la convenzione Don Orione Ercolano e FISDIR.

Condividi su:

La presenza del direttore del Don Orione di Ercolano e del testimonial olimpionico Teodorico Caporaso hanno impreziosito la mattinata volta a varare la stagione della squadra di calcio inclusiva con la cooperativa sociale L'Impronta. È stato un momento di grande allegria e soddisfazione. Il direttore ha augurato a tutti un buon lavoro.
La presentazione-stampa ufficiale è stata fatta il 3 novembre. Lo scorso fine settimana è stato dedicato al raduno della Nazionale Fisdir di atletica leggera, con valutazioni funzionali.
Con novembre partirà un progetto di danza inclusiva, seguirà, infine, anche la presentazione della squadra di atletica leggera che, alle sezioni Fidal e Fisdir, aggiungerà la sezione Fispes (disabilità fisica).
Il presidente Francesco Ambrosio ha ribadito: “Questa è la squadra di calcio del gruppo sportivo Don Orione, nata da un progetto per l’integrazione. Alcuni atleti paralimpici con i ragazzi immigrati della cooperativa Impronta, giovani di Ercolano e volontari del Servizio Civile, si sono uniti per dare vita a questa squadra che ha come obbiettivo principe regalare momenti di gioia e frammenti di serenità a tutti noi.”

Condividi su:

Mercoledì, 08 Novembre 2017

Bergamo - Danzaterapia

In questo mese avrà inizio presso il Centro Don Orione di Bergamo il progetto di Danza terapia “Il risveglio della saggezza del corpo”.
Il progetto vedrà coinvolto un gruppo di ospiti residenti presso il Centro e pone al centro dell’azione la cura del “corpo, mente, spirito” delle persone che potranno vivere un percorso di risveglio della “saggezza del corpo”.
Questi incontri saranno una possibilità per sperimentare attraverso la musica e la danza che ne scaturisce la possibilità di superare i limiti imposti dalle difficoltà motorie, superando paure e pesantezze per varcare la soglia del senso di solitudine per muovere il corpo e quindi tutta la persona verso una nuova percezione nella relazione di gruppo.
Gli incontri saranno cinque, inizieranno il 15 novembre e saranno condotti da Carla Maria Kovsa, iscritta al III anno di Formazione in Danza Fux.

Condividi su:

Domenica 29 ottobre a Genova Camaldoli, precisamente al Villaggio della Carità si è svolta la gara podistica "Scalata al Don Orione - Memorial Andrea Bifulco", podista genovese prematuramente scomparso.
La manifestazione, giunta quest'anno alla terza edizione, è organizzata dagli amici del gruppo sportivo Atletica Frecce Zena che con il loro entusiasmo sono riusciti a coinvolgere oltre 70 podisti che si sono sfidati in un breve, ma duro percorso.
Hanno presenziato alla premiazione il Dr. Massimo Ferrante, presidente del Municipio 3 Bassa Valbisagno ed i genitori di Andrea.
Chi partecipa alla "scalata al Don Orione" corre con le gambe e con il cuore e finita la gara, dopo aver ripreso fiato, ha il modo di dimostrarlo nel fare festa insieme agli ospiti del Villaggio.

Condividi su:

Provate a rispondere a questa domanda: su quale interesse specifico gli Italiani spesso si confrontano, in modo talvolta piuttosto “acceso”?
Va bene, un paio di indizi: c’entrano un pallone e un arbitro…
Esatto: il calcio!!
Pensate che al Cottolengo di Genova facciano eccezione? Assolutamente no! E così, prendi ore e ore di accesi dibattiti in mensa, José - eccezionale organizzatore di eventi - e 10 uomini, dà loro un paio di porte e un pallone, trova un arbitro e… ecco la partita di calcio perfetta: 5 contro 5, due tempi di 5 minuti ciascuno.
Queste le due formazioni:


José, Davide, Daniele, Ferruccio, Daniel
VS
Alessandro, Pino, Emanuele, Gino, Jimmy


I giocatori non si sono risparmiati, mostrando generosità e fair play, credendoci sino in fondo; guizzi di tecnica impeccabile, alcuni gol sfiorati da ambo le parti e un rigore parato. L’arbitro – Sig. Carmine - severo ma giusto, ha garantito il corretto svolgimento del match. La tifoseria, inizialmente poco convinta, progressivamente si è fatta coinvolgere, regalando calore e sostegno agli atleti.
Alla fine la partita si è conclusa con un pareggio (2-2) che lascia solo in parte soddisfatte le due squadre.
Ma un’altra cosa contraddistingue la nostra relazione con il gioco del calcio: se ne parla prima, durante e dopo! Così, la preparazione dell’evento assume una portata che neppure una finale di Champions a S.Siro, l’agonismo durante il match paragonabile solo a chi si sta giocando la salvezza all’ultima di campionato e, dopo la partita, se ne parla in campo, se ne parla al bar, se ne parla in mensa, se ne parla… se ne parla… e se ne parlerà nei giorni a venire; sino a che non si organizzerà la prossima partita, perché va bene il pareggio, va bene il fair play, ma alla fine piace vincere!

Condividi su:

Pagina 1 di 5

Cerca nel sito DOI

VII Convegno Apostolico

convegno apostolico 6

#seguilastella

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica Anno 2 / Numero 3