"Tanti ricchi invidierebbero la nostra polenta mangiata in pace e buona armonia."
Don Orione

Cerca nel sito DOI

Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani

 

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica

Si apre oggi a Panama la XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù. Tra i giovani del mondo che si riuniscono insieme a Papa Francesco anche molti orionini da diverse parti del mondo.

La Giornata Mondiale della Gioventù non è semplicemente un grande evento ecclesiale: è qualcosa di molto di più. E' un'esperienza che, per chi l'ha vissuta almeno una volta, ti entra dentro e ti accompagna anche quando sei un po' meno giovane.

E' un'esperienza di Chiesa viva e in cammino, fatta di ragazzi e ragazze carichi di entusiasmo, provenienti da ogni parte del mondo per “incontrare” il Papa e per porsi in ascolto delle sue parole.

A tutti i giovani del mondo auguriamo di trovare a Panama, nell'incontro con Cristo vivo nella sua Chiesa pellegrina, la risposta alle inquietudini del proprio cuore, la strada che concude alla felicità piena che ricercano eche è la molla di questo particolare tempo della vita che è la gioventù.

Condividi su:

La parocchia orionina di Elbasan, in Albania, ha partecipato anche quest'anno all'organizzazione della marcia la Pace.

Insieme al Centro di cooperazione intereligiosa di Elbasan, a studenti e insegnanti, cittadini e credenti, autorità statali e religiose, così come altre organizzazioni della società civile, la parrocchia organizza da diversi anni una marcia per la Pace e la Solidarietà. La manifestazione vuole sensibilizzare la popolazione, testimoniando nel concreto una via possibile per fare comunità, dalla piccola comunità locale a quella nazionale, per allargare i confini fino al mondo intero e giungere alla cooperazione tra tutti i popoli.

Quest'anno il tema scelto è stato: "La politica è una missione a beneficio del popolo": il tema ha voluto richiamare il significato profondo dell'operato di politici e amministratori a favore della comunità, in uno spirito di servizio svolto con dedizione e onestà.

Condividi su:

La Conferenza Episcopale Italiana, CEI, l'ufficio nazionale per le comunicazioni sociali e il CREMIT, Centro di ricerca sull'educazione ai media, all'informazione ed alla tecnologia, dell'Università Cattolica presentano MOOC.

L'acronimo significa Massive Online  Open  Course, ovvero un corso aperto a tutti, fruibile dal proprio pc o smartphone, Totalmente gratuito. Si tratta del primo corso di Educazione digitale promosso da questi enti, che da anni si occupano di comunicazione, evangelizzazione e nuovi media.
L'obiettivo è quello di imparare la nuova lingua dell'ambiente digitale, dice don Ivan Maffeis, sottosegretario della Cei e direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali, perché la Chiesa ha una Parola da portare e vuole mettersi in gioco, per porsi in dialogo e prima ancora in ascolto.

Anche questo è un modo di "uscire dalla sacrestia", come dice Papa Francesco, di uscire e andare in quelle periferie esistenziali, cariche di odio, rabbia e insulti, che sono spesso i social media.

Il corso è destinato ad una platea molto ampia di utenti: insegnanti, genitori, educatori, animatori, tutti coloro che vogliono capire meglio lo sviluppo della comunicazione e la mediamorfosi, il ruolo dell’informazione oggi, la questione delle relazioni, dell’identità e della socializzazione in Rete, gli strumenti di intervento per affrontare il tema dell’educazione digitale nei diversi contesti professionali e la presenza della tecnologia nell’azione pastorale.

Ogni modulo è composto da video-lezioni tenute da docenti universitari ed esperti, schede di approfondimento tematico, proposte operative da utilizzare nei contesti didattici, materiali letterari, video e digitali, utili per approfondimenti e per la propria professione.

Il corso MOOC “Educazione digitale” parte lunedì 21 gennaio 2019 fino a lunedì 11 marzo 2019 (viene qui inclusa la settimana dedicata al recupero e la settimana di apertura, i moduli tematici saranno online a partire dal 28 gennaio 2019).

Clicca QUI per iscriverti al corso.

Condividi su:

Mercoledì, 09 Gennaio 2019

Roma - La Befana arriva dall'alto

Nel giorno dell’Epifania, domenica 6 gennaio, a Roma presso la parrocchia di Ognissanti è arrivata la Befana.
Con grande stupore di tutti i presenti la Befana si è calata dal campanile della parrocchia per arrivare in mezzo a tutti i bambini nel cortile dell’oratorio. Durante la lenta discesa ha salutato tutti i piccoli spettatori con la testa all’insù lanciando loro caramelle e dolciumi che custodiva nel grande sacco che portava con sé.
Una volta a “terra” l’attesissima Befana ha elargito in quantità dolci, cioccolato e anche un po’ di carbone!  La festa è poi proseguita in oratorio insieme a tutte le famiglie.

Condividi su:

È partito ieri, lunedì 7 gennaio 2019, il conto alla rovescia per l’Anno dei Giovani Orionini, un appuntamento che prenderà il via il 1° giugno 2019 fino al 30 giugno 2020 e che vuole far riaccendere e riscoprire la fede e il carisma di Don Orione attraverso il tema: “Ascoltare, discernere e vivere la missione”. Il desiderio è proseguire il cammino che la Chiesa ha iniziato con la XV Assemblea Generale del Sinodo dei Vescovi dedicato ai giovani e che continuerà con la GMG a Panama, a gennaio 2019.

Questo anno speciale condurrà poi a un evento conclusivo aperto a tutta la Famiglia Carismatica Orionina che si terrà a Tortona dal 1° al 5 luglio 2020: la Giornata Mondiale dei Giovani Orionini.
Una grande opportunità per riaccendere la fede e riscoprire la missione: "Vivere ogni incontro con gli altri sempre sotto il segno della carità".

Per questo è online anche il sito tortona2020, un luogo virtuale dove dare appuntamento a tutti i giovani orionini per scambiarsi immagini, esperienze, pensieri ed emozioni.

QUI la lettera di invito scritta ai giovani e di seguito il video di lancio.

Sono attivi anche i canali social: Facebook, Instagram, Telegram.

Condividi su:

Sabato, 29 Dicembre 2018

Fano - Un concorso di presepi

I ragazzi delle scuole orionine di Fano, l'Istituto tecnico Indiustriale Don Orione e l'Endo-fap , sono stati coinvolti in un'iniziativa natalizia che potrebbe sembrare insolita, data l'età dei destinatari. Solitamente un concorso di presepi è vista come "una cosa da bambini", ma in questo caso preparare il presepe è stata una cosa da grandi. Da grandi per la qualità del lavoro e per la voglia di vincere una sfida.

Gli studenti, infatti, hanno messo in campo tutte le loro capacità creative e tecniche, creando circuiti ed effetti speciali, lavorando in gruppo come classe, per poter vincere l'ambito premio: la classe prima classificata ha vinto una pizzata per tutti, i secondi un gadget e una colazione pagata al bar, i terzi una maglietta polo. Il lavoro è stato fatto in classe, il 14 dicembre, dalle 8 alle 14.

Tutti i presepi sono stati portati alla messa di Natale celebrata il 18 dicembre nel Santuario dedicato a San Giovanni Bosco, che si trova accanto alla scuola. Il valore dei presepi è sopratutto nell'impegno dei ragazzi e nella loro capacità di lavorare insieme per raggiungere un obiettivo comune, nella loro creatività che ha inserito nei personaggi anche il loro professore di religione, Don Rosario Belli, promosso a pastore!

Condividi su:

Martedì, 25 Dicembre 2018

Mestre - Fraternità e scuola

21 dicembre 2018, una data importante per l’Istituto Berna, una giornata incredibile: un susseguirsi di eventi che hanno reso unica questa ultima giornata prima della pausa Natalizia.

Iniziamo con la visita ispettiva da parte del Kiwa Cermet per il mantenimento della certificazione ISO 9001-2015: visita riuscita benissimo e che ha ribadito l’impegno della scuola di formazione professionale nella formazione iniziale, continua e superiore. 

A concludere la mattinata, gli auguri ai ragazzi con pandoro e panettone in tutte le classi.

Il pomeriggio si è reso unico con la visita di Don Felice Bruno, consigliere provinciale per le missioni e incaricato della Pastorale scolastica, e Roberto Franchini, Presidente dell’Endo-Fap Nazionale.
Il tema: mantenere vivo il carisma dell’educazione di San Luigi Orione nelle nostre scuole. Si sono ripercorsi i principi educativi del nostro fondatore e una serie di considerazione del cambiamento educativo scolastico: dal modello gentiliano alle ultime proposte educative di questo momento. All’incontro hanno partecipato non solo i formatori della scuola professionale, ma anche le maestre e gli insegnanti della scuola elementare e media dell’Istituto Berna.

Ma la giornata non è finita qui: dopo un momento di riflessione sul Santo Natale in Chiesetta, tutti riuniti per la benedizione del nuovissimo laboratorio di panetteria-pasticceria. E’ stata così l’occasione per assaggiare i prodotti da forno, pane e dolci preparati dai ragazzi e ragazze della 2^ classe pasticceria. In serata un momento conviviale ha concluso questa giornata.

Questo ultimo giorno di scuola prima delle vacanze è stato un tempo e uno spazio per uscire dalla quotidianità e dalla frenesia prenatalizia, per sentirsi sempre più comunità educativa e aprire i nostri cuori ad accogliere il nostro Gesù Bambino.

 

   

Condividi su:

In questi giorni pre-natalizi l’attività al Don Orione di Avezzano, presso il Centro Don Orione, è stata intensa. Si sono svolti due eventi musicali promossi direttamente dal “M.O.V. Marsica.
Domenica 9 dicembre nella suggestiva cornice del Teatro Don Orione si è tenuto alla presenza di un pubblico attento ed interessato un concerto di Gong e Campane Tibetane. Il maestro Michele Nunnari musicista e studioso di tecniche bioenergetiche conduce in Italia esperienze sonore ed energetiche tramite i “Bagni di Gong” e in occasione del periodo Natalizio ha riproposto uno dei suoi Concerti suscitando nei presenti forti emozioni.
Come presentazione Don Bruno Fraulin Direttore della Casa di Don Orione di Avezzano ha salutato i presenti sottolineando di accogliere questo evento con tanta vivacità, con tanta certezza, con tanta speranza, nulla viene perduto tutto ci serve a rendere gloria a Dio.
Don Bruno ha raccontato di aver partecipato ad un simposio dove si chiedeva quale è l’arte delle arti? Alcuni sostenevano l’architettura, la scultura, la pittura, … e altri ancora la musica. C’è stato un dibattito serrato e lungo e alla fine della discussione si è addivenuti alla conclusione che la “MUSICA” è l’arte delle arti. È l’arte che più facilmente ci avvicina alla Perfezione a DIO. Il Direttore ha sottolineato che indistintamente tutti i presenti al concerto dovevano essere disponibili all’ascolto e alla meditazione per elevare l’animo a Dio: “siamo qui questa sera per ascoltare l’arte della musica dei Gong che senz’altro ci aiuterà ad elevare l’animo verso la perfezione anche per il  futuro”.

Domenica 16 Dicembre presso il Santuario Madonna del Suffragio al termine della S. Messa delle 10 e 30 si è svolto un concerto di musiche dall’orchestra giovanile di flauti traversi “Toscanini Young” di Avezzano.
Il Direttore dell’Orchestra, Maestro Paolo Totti, ha suonato in tutte le formazioni previste per il Flauto traverso tenendo più di 1000 concerti in Europa. Sono state eseguite musiche di J.S.Bach, J. Pachelbel, Federico il Grande, L.V. Bethoven, J.Brahms, J.Strauss, alla presenza di molti uditori entusiasti.
Il Direttore d’Orchestra ha tenuto vivo l’interesse dei presenti spiegando i contenuti dei brani eseguiti e al termine del concerto ha coinvolto anche il pubblico a ritmo di battito di mani.  
Il Dott. Tarquini Giovanni Presidente del M.O.V. Marsica ha ringraziato il Direttore dell’Orchestra e i musicisti con l’auspicio che iniziative musicali così meritevoli siano ripetute durante il corso dell’anno.

Condividi su:

Lunedì 17 dicembre Don Felice Bruno, consigliere provinciale per le missioni e incaricato della Pastorale scolastica, è stato accolto dalla Comunità orionina di Bologna in occasione del ritiro intercomunitario che ha visto coinvolte le Comunità di Bologna, Copparo, Firenze e Fano.
Don Felice poi si è fermato a Fano, presso l’Istituto Mons. Gentili per incontrare i laici del MLO radunati a Villa s. Biagio per la riunione in preparazione al Natale.
Il consigliere, martedì 18 dicembre, ha inoltre incontrato il personale della Casa per ferie e convegni e della Comunità mamma-bambino: la condivisione è stata molto interessante.
Nel pomeriggio, in coppia con Roberto Franchini, Don Felice ha animato un incontro carismatico con il personale docente e non, delle scuole Don Orione di Fano.
Presente anche la Comunità religiosa.

Condividi su:

Giovedì, 20 Dicembre 2018

Sanremo - Mary Poppins a teatro

Domenica 16 dicembre al Piccolo Cottolengo Don Orione di Sanremo è stato organizzato uno spettacolo teatrale ad ingresso gratuito con offerta libera devoluta all’acquisto di nuove persiane per la struttura, ispirato a Mary Poppins.


Gli attori erano dipendenti della Casa, volontari e ospiti della stessa. È stata un’occasione per stare insieme oltre i doveri professionali, un’opportunità per far percepire agli ospiti e ai parenti di essere una comunità viva e calorosa come una famiglia.

Condividi su:

Pagina 1 di 35

Cerca nel sito DOI

Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani

 

Los desamparados

Pubblicazione periodica di informazione scientifica